L'AVIS e altri autonoleggi sono diversi da come li credi

.

.

AVIS e altri autonoleggi :

.

un settore con strategie

.

diverse da come tu le credi

.

Come guadagnano gli autonoleggi?

Perché affittano un veicolo a pochi Euro?

Come faccio a iniziare una attività di autonoleggio?

Quali sono le strategie del settore dell'autonoleggio?

Si possono guadagnare soldi facendo autonoleggio?

.

Io sono Marco Calabrò e siete caduti nel posto giusto, posso rispondere ad alcuni dubbi e alle domande che vi state facendo sull'autonoleggio, dandovi alcune risposte che potranno esservi utili.

.

 

Nel percorso di esperienze della mia vita, vi è stato anche quello di amministrare un'azienda di autonoleggio. Un settore veramente interessante, in cui ho appreso cose che poi sono state utili in altre successive esperienze.
All'Aeroporto di Catania, nella zona arrivi, si liberò un box destinato al noleggio auto.
Al momento degli eventi ancora eravamo con la lira, il box aveva un valore di circa 6, 7 milioni di lire annui.
L'Aeroporto mise all'asta il box, alla migliore offerta di affitto annuale. Si presentarono 4, 5 aziende interessate a quel box di autonoleggio, fra queste vi era il colosso americano Avis.
L'Avis fece una proposta sproporzionata di oltre 70 milioni di lire. Vinse evidentemente la gara e prendendo il box, decise semplicemente di tenerlo provvisoriamente chiuso.
Vedendo il fatto oggi con il senno del poi, faccio alcune considerazioni: la prima è che Avis non voleva che entrassero o altri operatori commerciali nel settore, questo evidentemente posso solamente immaginarlo. Ma affittare il box per poi tenerlo chiuso, non vedo un'altra ragione.
Il secondo presumibilmente potrebbe essere il fatto di far lievitare sproporzionatamente i prezzi di affitto dei box aeroportuali, in modo così da creare fastidio alle piccole aziende di noleggio che non sviluppassero un grosso traffico commerciale. Perché dall'anno successivo l'Aeroporto aggiornò il valore di tutti i box al prezzo pagata da Avis.
Quindi complessivamente L'azienda non ha la sola finalità di produrre un utile per se stessa, ma anche di produrre un "non utile" alle aziende concorrenti. In questo caso la quantità di noleggi è talmente differente in termini numerici, che la grande azienda preferisce aumentare i propri costi. Perché diventano invece non sostenibili per le piccole aziende.
Questa quindi nel complesso, la prima considerazione generale del settore. Una seconda considerazione viene da un altro fatto, che si sta sviluppando nel mercato in crisi dell'automobile, come appunto quello italiano.
Le aziende di autonoleggio ottengono uno sconto tale dalle aziende produttrici di automobili, da fare diventare conveniente non tanto l'attività di autonoleggio, quanto piuttosto la rivendita del veicolo attraverso i canali di commercializzazione dell'usato.
Io non vivo più in Europa, mi sono reso conto è più conveniente andare ad affittare per un mese o anche più un'automobile che non riattivare l'assicurazione del mio stesso veicolo. Mi è capitato di affittare una macchina a settimana per 20 Euro e poi un'altra un mese per 70 Euro.
Praticamente la finalità dell'autonoleggio non è quella di produrre un utile sull'affitto dell'automobile, ma bensì mettere su quel veicolo un poco di chilometri, in modo che si possa vendere come usato legittimamente. Diventa una vendita credibile la vendita dell'usato.  Pensavo inizialmente questo discorso fosse vincolato a quei modelli di automobili che difficilmente si vendevano da soli, e questo è vero. Ma mi sono accorto che questo discorso viene effettuato anche per i modelli appena usciti perché

Nel percorso di esperienze della mia vita, vi è stato anche quello di amministrare un'azienda di autonoleggio.

Un settore veramente interessante, in cui ho appreso cose che poi sono state utili in altre successive esperienze. 

.

Autonoleggio_1

.

All'Aeroporto di Catania, nella zona arrivi, si liberò un box destinato al noleggio auto

Al momento degli eventi ancora eravamo con la lira, il box aveva un valore di circa 6, 7 milioni di lire annui. 

L'Aeroporto mise all'asta il box, alla migliore offerta di affitto annuale.

Si presentarono 4, 5 aziende interessate a quel box di autonoleggio, fra queste vi era il colosso americano Avis

L'Avis fece una proposta sproporzionata di oltre 70 milioni di lire.

Vinse evidentemente la gara e prendendo il box, decise semplicemente di tenerlo provvisoriamente chiuso. 

.

Autonoleggio_2

.

Vedendo il fatto oggi con il senno del poi, faccio alcune considerazioni: la prima è che Avis non voleva che entrassero altri operatori commerciali nel settore, questo evidentemente posso solamente immaginarlo. Ma affittare il box per poi tenerlo chiuso, non vedo un'altra ragione. 

La seconda ragione presumibilmente potrebbe essere il fatto di far lievitare sproporzionatamente i prezzi di affitto dei box aeroportuali, in modo così da creare fastidio alle piccole aziende di noleggio.

Perché le piccole aziende non sviluppano un grosso traffico commerciale, che giustifichi un costo di affitto tanto alto. Questo perché dall'anno successivo l'Aeroporto aggiornò il valore di tutti i box al prezzo pagato da Avis. Cosa che avvenne in tutti gli aeroporti.

.

Autonoleggio_5

.

Quindi complessivamente L'azienda non ha la sola finalità di produrre un utile per se stessa, ma anche di produrre un "non utile" alle aziende concorrenti.

In questo caso la quantità di noleggi è talmente differente in termini numerici, che la grande azienda preferisce aumentare i propri costi.

Purché diventino non sostenibili per le piccole aziende.

Questa quindi nel complesso, la prima considerazione generale del settore.

Una seconda considerazione viene da un altro fatto, che si sta sviluppando nei mercati in crisi altalenante dell'automobile, come appunto quello italiano e parte di quello europeo. 

Le aziende di autonoleggio ottengono uno sconto tale dalle aziende produttrici di automobili, acquistando grandi auto parchi, da fare diventare conveniente non tanto l'attività di autonoleggio, quanto piuttosto la rivendita del veicolo attraverso i canali di commercializzazione dell'usato.

.

Autonoleggio_3

.

Io che non vivo più in Europa, mi sono reso conto è più conveniente andare ad affittare per un mese o anche più un'automobile che non riattivare l'assicurazione del mio stesso veicolo.

Mi è capitato di affittare una macchina a settimana per 20 Euro e poi un'altra un mese per 70 Euro.  

Praticamente la finalità dell'autonoleggio non è quella di produrre un utile sull'affitto dell'automobile, ma bensì mettere su quel veicolo un poco di chilometri, in modo che si possa vendere come usato credibile.

Diventa una vendita credibile la vendita dell'usato se l'auto è effettivamente usata. Probabilmente per accordo con il produttore d'auto, bisogna che il veicolo sia venduto con un minimo di chilometri e di tempo di vita.

Chiaramente il funzionario dell'autonoleggio, nel momento in cui tu vai a ritirare il veicolo, prova a venderti una serie infinita di assicurazioni, cautele, protezioni, oggetti addizionali da mettere sul veicolo, con la finalità di fare aumentare i valori del noleggio.

Ma non è questo il punto. L'operazione economica è quella di rendere il veicolo nuovo un veicolo usato.

.

Autonoleggio_4

.

Pensavo inizialmente questo discorso fosse vincolato a quei modelli di automobili che difficilmente si vendevano da soli, e questo è vero.

Ma mi sono accorto che questo discorso viene effettuato anche per i modelli appena usciti sul mercato, perché ne stimola la diffusione, la propagazione.

All'inizio l'azienda produttrice ha la necessità di farlo vedere per strada, farlo vedere camminare, in modo che le persone lo possano vedere e apprezzare.

Quindi anche questo avviene attraverso le aziende di autonoleggio, che fanno promozione iniziale dei nuovi modelli delle case automobilistiche.

Insomma mi pare che l'autonoleggio abbia proprio tantissime finalità, ma forse fra queste non quella di produrre un utile attraverso il noleggio del veicolo.

Chiaramente non possiamo generalizzare un discorso. Quando io affittai l'auto nell'isola di Oahu alle Hawai, il prezzo basso era giustificato dal fatto che l'isola è talmente piccola che non riesci a fare chilometri neanche a volerlo.

Mi sentirei quindi di considerare piccole nicchie di mercato, anche stagionali e in località turistiche. Auto spider, cabriolet, sportive, piccoli fuoristrada, ovvero non indicate per fare grandi chilometraggi e che possono lavorare per tanti anni. Veicoli che non passino di moda e che non facciano tanti chilometri. 

Non mettetevi nel mercato dei grandi operatori come AVIS, HERTZ, MAGGIORE o altri di quella levatura. Non è facile competere con loro.

.

Marco Calabrò

.

VEDI

 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. English version: We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Dettagli sui cookie utilizzati / Details about the cookies we use Privacy Policy.

Accetto / I accept cookies from this site