Riflessioni di (quasi) ferragosto

.

.

Riflessioni di (quasi)

.

ferragosto

.

di Nello Neri

.

Senato_italiano

.

 

Il Governo quindi non c'è più e, stando alle dichiarazioni di tutti i leader politici tranne Grillo e Renzi, tutti vogliono andare a nuove elezioni immediatamente.
Poiché la nostra è una Repubblica parlamentare, il Capo dello Stato ha l'obbligo, prima di eventualmente sciogliere le Camere, di verificare se esistono altre maggioranze parlamentari.
È chiaro che se, oltre al M5S, l'unico a non volere subito il voto è Renzi (ma non il resto del PD) non ci sono altre maggioranze possibili ed i soliti riti (dal secondo giro di consultazioni ai mandati esplorativi) servirebbero solo a ritardare il voto.
Ed è quindi altrettanto chiaro che i tempi di questa crisi sono esclusivamente nelle mani del Presidente della Repubblica.
In tanti si affannano o si dilettano a fare previsioni sulle scelte del Presidente Mattarella imputandogli un ruolo attivo di parte (cioè da giocatore e non da arbitro), ma io sono convinto che il Presidente della Repubblica farà solo quello che il suo ruolo gli impone e sarà quindi neutro garante della Costituzione.
In altre parole, se Zingaretti ed il PD (anche col dissenso di Renzi, che è evidentemente in uscita) manterranno l'intenzione di andare subito al voto, il voto ci sarà entro il prossimo mese di ottobre.
L'unico dubbio è costituito dalla spiccata propensione del PD e della sinistra italiana al suicidio politico, ma credo che stavolta saprà resistere alle pulsioni autolesioniste.

Il Governo quindi non c'è più e, stando alle dichiarazioni di tutti i leader politici tranne Grillo e Renzi, tutti vogliono andare a nuove elezioni immediatamente.

.
Poiché la nostra è una Repubblica parlamentare, il Capo dello Stato ha l'obbligo, prima di eventualmente sciogliere le Camere, di verificare se esistono altre maggioranze parlamentari.

.
È chiaro che se, oltre al M5S, l'unico a non volere subito il voto è Renzi (ma non il resto del PD) non ci sono altre maggioranze possibili ed i soliti riti (dal secondo giro di consultazioni ai mandati esplorativi) servirebbero solo a ritardare il voto.

.
Ed è quindi altrettanto chiaro che i tempi di questa crisi sono esclusivamente nelle mani del Presidente della Repubblica.

.
In tanti si affannano o si dilettano a fare previsioni sulle scelte del Presidente Mattarella imputandogli un ruolo attivo di parte (cioè da giocatore e non da arbitro), ma io sono convinto che il Presidente della Repubblica farà solo quello che il suo ruolo gli impone e sarà quindi neutro garante della Costituzione.

.
In altre parole, se Zingaretti ed il PD (anche col dissenso di Renzi, che è evidentemente in uscita) manterranno l'intenzione di andare subito al voto, il voto ci sarà entro il prossimo mese di ottobre.

.
L'unico dubbio è costituito dalla spiccata propensione del PD e della sinistra italiana al suicidio politico, ma credo che stavolta saprà resistere alle pulsioni autolesioniste.

.

Nello Neri

.

 

 
Le vergini incinte !

.

Le Vergini incinte !

.

di Nello Neri

.

Simbolo_Repubblica_Italiana

.

 

Tutti indignati per lo scandalo delle nomine per gli uffici direttivi in magistratura al CSM.
Peccato che quel metodo è stato consapevolmente PRATICATO DA TUTTI da circa quindici anni a questa parte, da quando cioè è stato accantonato ogni criterio oggettivo con la scusa di favorire la meritocrazia, ma in verità per dare sfogo all'assoluta discrezionalità spesso clientelare.
Tutti indignati per lo scandalo della corruzione nella gestione dei concorsi all'Università di Catania.
Peccato che da sempre è stato così e che tutti lo sapessero.
Questo, per altro, è lo stesso metodo clientelare che ha regolato l'accesso alle scuole di specializzazione in medicina dove per "vendere" i posti tanti giovani sono stati immeritatamente esclusi e le strutture sanitarie sono state messe in crisi per mancanza di specializzati. In altre parole, i baroni universitari hanno senza motivo apparente (ma in realtà per i loro traccheggi) impedito a migliaia di giovani medici di specializzarsi e lavorare, con buona pace degli enormi sacrifici fatti dalle famiglie per farli laureare.
Ora, per piacere, smettetela tutti di fare gli indignati perché il sistema corruttivo si alimenta e si legittima con migliaia di questuanti a fare interminabili file presso i potenti nella speranza che la prossima "raccomandazione" (corruzione) favorisca loro o i loro figli.
Quante vergini indignate!
Ma se fossero davvero vergini, come mai sono tutte incinte?
Ma mi faccia il piacere! (cit. Totò)

Tutti indignati per lo scandalo delle nomine per gli uffici direttivi in magistratura al CSM.

.
Peccato che quel metodo è stato consapevolmente PRATICATO DA TUTTI da circa quindici anni a questa parte, da quando cioè è stato accantonato ogni criterio oggettivo con la scusa di favorire la meritocrazia, ma in verità per dare sfogo all'assoluta discrezionalità spesso clientelare.

.
Tutti indignati per lo scandalo della corruzione nella gestione dei concorsi all'Università di Catania.

.
Peccato che da sempre è stato così e che tutti lo sapessero.

Questo, per altro, è lo stesso metodo clientelare che ha regolato l'accesso alle scuole di specializzazione in medicina dove per "vendere" i posti tanti giovani sono stati immeritatamente esclusi e le strutture sanitarie sono state messe in crisi per mancanza di specializzati.

In altre parole, i baroni universitari hanno senza motivo apparente (ma in realtà per i loro traccheggi) impedito a migliaia di giovani medici di specializzarsi e lavorare, con buona pace degli enormi sacrifici fatti dalle famiglie per farli laureare.

.
Ora, per piacere, smettetela tutti di fare gli indignati perché il sistema corruttivo si alimenta e si legittima con migliaia di questuanti a fare interminabili file presso i potenti nella speranza che la prossima "raccomandazione" (corruzione) favorisca loro o i loro figli.

.
Quante vergini indignate!Ma se fossero davvero vergini, come mai sono tutte incinte?

.
Ma mi faccia il piacere! (cit. Totò)

.

Nello Neri

.

 

 
E' la democrazia...

.

.

E' la democrazia...

.

di Nello Neri

.

salvini-viterbo-fb-253x189

.

E' la democrazia (quella vera) baby!

E il giorno dopo non tutti si mostrano capaci di accettare che i voti si contano e sono espressione di una volontà popolare liberamente espressa in condivisione delle proposte delle forze politiche.

Il risultato della Lega si presta poco a interpretazioni.
E' come quando una squadra di calcio vince 5-0 e qualche fine critico lamenta la mancanza del bel gioco. Siano piuttosto i giocatori e i supporter di chi ha perso a domandarsi il perché di una sconfitta tanto eclatante quanto bruciante.

Ma davvero gli "illuminati" nostrani credono ancora che il popolo sia tanto "bue" da potergli far credere che vota bene solo quando vincono loro e che quando vincono gli altri abbia sbagliato, sia in pericolo la democrazia e stia ritornando il fascismo?

Trovo poi singolare che tra chi agita gli spettri della dittatura ci siano anche taluni gentiluomini che con metodi "democratici" (spranghe, catene, sampietrini ed armi più o meno improprie) ritengono sia giusto impedire agli avversari politici di poter liberamente parlare nelle piazze quando i dettami della democrazia (quella vera) imporrebbero (o questo dettato costituzionale non vale più?) di garantire a tutti il diritto di libera espressione (non conoscono evidentemente il famoso il brocardo: non condivido le tue idee, ma mi batterò fino alla morte affinché tu possa esprimerle).

Chi fa politica dovrebbe avere programmi e proposte da sottoporre al consenso dei cittadini e non sentirsi depositario di verità rivelate che il popolo ha il dovere di condividere.
La rieducazione delle masse con metodi "persuasivi" appartiene, per fortuna, all'esperienza comunista che la Storia ha condannato e cancellato. Oggi quando si perdono le elezioni è stupido e frustrante dire che il "popolo bue" non ha capito e si è fatto abbindolare perché è vero esattamente il contrario.

Nel 1953, quando il segretario generale dell'unione degli scrittori della Germania Est lamentava che gli operai in rivolta a Berlino avevano tradito la fiducia del partito comunista, Bertold Brecht chiosò ironicamente “Il Comitato centrale ha deciso: poiché il popolo non è d'accordo, bisogna nominare un nuovo popolo”.

Ecco!
La nomina di un nuovo popolo, purtroppo per gli "autentici democratici" di casa nostra, non è all'ordine del giorno.
Fatevene una ragione.

.

Nello Neri

.

 
C'è sempre una donna forte...

.

.

C'è sempre una donna forte...

.

di Dorotea Privitera

.

Melissa_Messico

.

C'è sempre una donna forte nella nostra vita, che sia una madre, una moglie, una figlia, una sorella.

Una donna forte combatte, si sacrifica, rinuncia a sé stessa e ai suoi bisogni, chiede poco per sé, anche quando non ha le forze fisiche per affrontare le sue giornate, si alza e fa ciò che è necessario.

Sorride anche quando avrebbe solo voglia di piangere o di nascondersi, ride anche quando vorrebbe urlare.

Rinnega i suoi desideri perché spesso non c'è tempo per lei, c'è sempre qualcosa da fare o qualcuno a cui pensare o di cui occuparsi.

Poi nel silenzio della sera crolla, nella sua solitudine cede alla fragilità del suo essere umana.

Quindi tu uomo che sia marito, compagno, amico, figlio o soltanto conoscente invece di continuare a ripeterle che lei è forte e a non curarti di lei, sorreggila, falla ridere, portala fuori, falla distrarre ma soprattutto ricordale che sei lì accanto a lei, presente e non lasciarla mai sola.

Perché lei tornerà prima o poi ad essere quella che è, ma tu l'avrai persa per sempre.


Dedicato a tutti gli uomini che non hanno occhi per osservare.

.

Dorotea Privitera

.

 
Ricordo di Giovanni Falcone

.

.

Ricordo di Giovanni Falcone

.

di Nello Neri

.

Strage_di_Capaci

.

Ciao Giovanni, ventisette anni dopo ti ho sobriamente ricordato in aula con indosso la "nostra" toga prima di fare, come sempre, il mio dovere di magistrato.

Fare con semplice dignità il proprio dovere è forse il modo più giusto per rendere onore a Te ed agli altri martiri che hanno offerto il loro sacrificio per consentirci appunto di poterlo fare.

Ventisette anni dopo in questo Paese continua a farsi solo "finta" di combattere la criminalità enfatizzando inutili cortei di comparsanti.

Povero quel Paese che ha bisogno di eroi (B. Brecht).

.
Nello Neri
.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 9

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. English version: We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Dettagli sui cookie utilizzati / Details about the cookies we use Privacy Policy.

Accetto / I accept cookies from this site