Egoitaliano a iSaloni 2019

.

.

Egoitaliano

.

a iSaloni 2019

.

link

Egoitaliano_stand_2019_1

.

Egoitaliano si conferma, ne iSaloni 2019, un marchio di riferimento nel mondo italiano del divano.

Quest'anno le novità proposte da Egoitaliano, sono state pensate per ambienti ampi e vivibili, come dimostrano le collezioni L'Ego e Selfie.

.

Egoitaliano_stand_2019_2

.

Sempre una grande attenzione nella scelta di forme particolarmente confortevoli, quella proposta da Egoitaliano.

Anche quest'anno Egoitaliano si conferma un brand di riferimento della produzione italiana di arredamento.

.

Marco Calabrò - Blogger e consulente web marketing di settore

.

 
Delta Salotti Italia a iSaloni 2019

.

.

Delta Salotti Italia

.

a iSaloni 2019

.

link

Delta_Salotti_stand_2019_1

.

Anche quest'anno la Delta Salotti Italia è presente a iSaloni del mobile a Milano.

D'altra parte si tratta di un'azienda italiana che ha avuto sempre grande attenzione per i mercati esteri, quindi iSaloni sono certamente il migliore palcoscenico sul mondo per un'azienda d'arredamento.

.

Delta_Salotti_stand_2019_2

.

Delta Salotti Italia si conferma un'azienda molto attenta alle tendenze di mercato.

Quindi, oltre ad approfondire argomenti già dimostratisi vincenti per il brand, continua a proporre innovazione che è stimolo di riflessione per gli addetti ai lavori.

.

Marco Calabrò - Blogger e consulente web marketing di settore

.

 
Piume d'oca

.

.

Piume d'oca

.

un'inutile tortura

.

Oche_piume_strappate

.

 

Con l'arrivo dell'inverno, mi trovo nuovamente costretto a trattare un argomento che mi sta particolarmente a cuore.
L'utilizzo delle piume d'oca trovo sia una cosa assolutamente inutile e incredibilmente disumana.
Le piume alle oche vengono strappate quando sono vive per il dolore conseguente a questo tipo di sevizia, alcune di loro addirittura muoiono durante l'operazione o immediatamente dopo. Cosa questa che poco importa ai coltivatori perché evidentemente se le mangiano. Per fare una giacca bisogna spiumare mediamente 75 animali, per fare un piumone da notte per il proprio letto questa cifra aumenta in maniera incredibile. Francamente penso proprio che non abbiamo bisogno di avere un giaccone realizzato con piume d'oca così come non abbiamo bisogno di una pelliccia. Sono solamente oggetti che servono che servono alla nostra mediocre e banale auto qualificazione. Chi indossa un giaccone fatto di piume d'oca o chi si compra un piumone per casa per il proprio letto fatto di piume d'oca sono persone che potremmo definire sicuramente ignoranti fortemente insensibili e senza dubbio incredibilmente superficiali.
Nei limiti del possibile del buon senso fate presente a queste persone di che cosa stiamo trattando e  e fate il possibile perché veramente si rendano conto della grande stupidità.

Mi trovo nuovamente costretto a trattare un argomento che mi sta particolarmente a cuore. 

L'utilizzo delle piume d'oca trovo sia una cosa assolutamente inutile e incredibilmente disumana. 

Le piume, alle oche, vengono strappate quando sono vive. Per il dolore conseguente a questo tipo di sevizia, alcune di loro addirittura muoiono durante l'operazione o immediatamente dopo.

Cosa questa che poco importa ai coltivatori perché evidentemente se le mangiano o le vendono per essere mangiate. Ma il tipo di morte è incredibilmente crudele.

Per fare una giacca bisogna spiumare mediamente 7 animali, per fare un piumone da notte per il proprio letto questa cifra aumenta in maniera incredibile. Immaginate per fare un divano...

Francamente penso proprio che non abbiamo bisogno di avere un giaccone realizzato con piume d'oca, così come non abbiamo bisogno di una pelliccia. Mica siamo nell'Artico...

Sono solamente oggetti che servono alla nostra mediocre e banale auto qualificazione.

Chi indossa un giaccone fatto di piume d'oca o chi si compra un piumone per il proprio letto fatto di piume d'oca, è una persona che potremmo definire sicuramente ignorante, fortemente insensibile e senza dubbio incredibilmente superficiale. 

Nei limiti del possibile, del buon senso, fate presente a queste persone di che cosa stiamo parlando, perché si rendano conto della grande crudeltà che si nasconde dietro al loro acquisto.

Non ci credete? Guardate questo video: https://www.youtube.com/watch?v=yY6U8xZnn40

Voglio terminare con un'altra considerazione: l'80% della produzione avviene in Cina. Significa, come sempre, che la democrazia permette una conoscenza dei fatti e una sensibilità all'argomento, che i sistemi oppressivi non garantiscono.

Non aspettiamoci quindi che sia un sistema comunista a sollevare problemi di rispetto degli animali.

I comunisti cinesi hanno fatto estinguere nel 2007 il delfino di acqua dolce dei loro fiumi, per il degrado e l'inquinamento delle loro acque. Una perdita enorme per la fauna di tutto il pianeta, tanto grande era l'importanza di questa specie.

I comunisti cinesi tutelano solo i panda per un fatto di propaganda.

Acquistare prodotti realizzati in paesi privi della democrazia è un grave errore, da parte delle democrazie.

Prima o poi queste enormi quantità di denaro che inviamo loro, si ritorceranno contro la democrazia stessa.

.

Marco Calabrò, Blogger e amico degli animali

 

 
Ezio Aceti pro e contro

.

Ezio Aceti pro e contro

.

del suo modo di educare

.

come-capire-i-disegni-dei-bambini-6

.

 

Ho ascoltato con estremo interesse, alcuni giorni addietro, l'intervento realizzato dallo psicologo Ezio Aceti in una trasmissione di Rai Italia.
Un uomo sicuramente più profonda arguzia ed esperienza. Padre inoltre di due figli, quindi oltre all'approccio di carattere professionale, può sicuramente mettere in campo anche un'esperienza a livello personale nell'educazione dei propri figli.
Desidero sicuramente dare un atto di stima e di forte considerazione dell'attività professionale, svolta dallo psicologo Ezio Aceti nel corso dei decenni.
Non condivido però assolutamente le idee dello psicologo Aceti, semplicemente perché non tutti i padri del mondo si chiamano Aceti o Montessori.
L'approccio con i bambini, proposto da questa scuola di pensiero, non può essere assolutamente applicando da persone che svolgono professioni diverse da quella di educatore.
Dei padri devono infatti pensare all'educazione dei propri figli, coadiuvati dai sistemi educativi in essere dalla società, senza che sia preteso da loro di avere delle conoscenze di carattere professionale come quelle dello psicologo Ezio Aceti.
Non si può pretendere che un bambino si educhi da solo, o che bisogna dare spazio a suoi atteggiamenti egoistici che sono insiti nell'istinto umano.
Non si può pretendere di fare solo comprendere al bambino le regole della vita, ma bisogna anche fargli bene intendere che cosa sia un'autorità, che sarà prima di carattere familiare e successivamente di carattere sociale. Se per fare questo bisogna anche  utilizzare delle piccole sanzioni non vedo che cosa ci sia di male.
Vedo spesso sui social apparire immagini di madri in caricatura o in vecchie fotografie, che utilizzavano sistemi educativi totalmente differenti da quelli che oggi possono essere utilizzati.
Non condivido questi sistemi educativi che si utilizzavano un tempo, però devo prendere atto che la totale eliminazione di questi sistemi educativi nei normali genitori, ha prodotto danni irreversibili nell'attuale adolescenza. Che si abbia la pretesa, da parte di luminari della psicologia e pedagogia, di attribuire a normali e comuni genitori, le facoltà per approcciarsi con un dialogo di carattere psicologico pedagogico con i bambini.
Tutto questo non ha creato delle migliori generazioni rispetto a quelle precedenti.

Ho ascoltato con estremo interesse, alcuni giorni addietro, l'intervento realizzato dallo psicologo Ezio Aceti in una trasmissione di Rai Italia. 

Un uomo sicuramente di profonda arguzia ed esperienza. Padre inoltre di due figli, quindi oltre all'approccio di carattere professionale, Aceti può sicuramente mettere in campo anche un'esperienza a livello personale nell'educazione dei propri figli. 

Desidero sicuramente dare un atto di stima e di forte considerazione dell'attività professionale, svolta dallo psicologo Ezio Aceti nel corso dei decenni. 

Non condivido però assolutamente le idee dello psicologo Aceti, semplicemente perché non tutti i padri del mondo si chiamano Aceti o Montessori. 

L'approccio con i bambini, proposto da questa scuola di pensiero, non può essere assolutamente applicando da persone che svolgono professioni diverse da quella di educatore. Anche fra gli stessi educatori ho seri dubbi tutti possano applicare il metodo Montessori.

Figuriamoci perciò dei padri che debbono infatti pensare all'educazione dei propri figli, coadiuvati dai sistemi educativi posti in essere dalla società, senza che si possa pretendere da loro di avere delle conoscenze di carattere professionale come quelle dello psicologo Ezio Aceti. 

Non si può pretendere che un bambino si educhi da solo, o che bisogna dare spazio e spiegazione a suoi atteggiamenti egoistici che sono insiti nell'istinto umano. 

Non si può pretendere di fare comprendere "da solo" al bambino le regole della vita, bisogna anche fargli bene intendere che cosa sia un'autorità, che sarà prima di carattere familiare e successivamente di carattere sociale.

Se per fare questo bisogna anche  utilizzare delle piccole sanzioni non vedo che cosa ci sia di male.  

Vedo spesso sui social apparire immagini che valorizzano madri in caricatura o in vecchie fotografie, che utilizzavano sistemi educativi totalmente differenti da quelli che oggi possono essere utilizzati.  

Non condivido questi vecchi sistemi educativi che si utilizzavano un tempo, però devo prendere atto che la totale eliminazione di questi sistemi educativi nell'approccio educativo dei normali genitori, ha prodotto danni irreversibili nell'attuale adolescenza.

Sembra assurdo che si abbia la pretesa, da parte di luminari della psicologia e pedagogia, di attribuire a normali e comuni genitori le facoltà per approcciarsi solo con un dialogo di carattere psicologico e pedagogico con i bambini. 

Tutto questo non ha creato delle migliori generazioni rispetto a quelle precedenti.

Siamo in presenza di una gioventù di maleducati, colpa a mio parere anche di questa pretesa di fare dei genitori, i novelli luminari dell'educazione.

Tengo a precisare un'ultima cosa: alla Montessori lo Stato aprì un istituto educativo che successivamente venne chiuso dallo stesso Stato. Si tenne in grande considerazione quest'istituto, con la visita anche di membri dell'allora famiglia reale.

Venne chiuso semplicemente perché il metodo non funzionava.

Alla caduta del Fascismo semplicemente si diede a questi eventi una connotazione politica, da parte della Chiesa Cattolica e della sinistra socialista, per fare riemergere un metodo che era stato provato e bocciato. Perché non migliorava il futuro come adulti e neppure il futuro della società in cui si sarebbero inseriti.

.

Marco Calabrò, blogger e laureato in pedagogia

.

 

 
Prendere un cane da appartamento

.

.

Prendere un cane da appartamento

.

pro e contro in poche righe

.

Pastore_alsaziano

.

 

Quanto può essere importante la compagnia di un cane. Bisogna innanzitutto dire che il cane è il fedele amico dell'uomo da oltre 10000 anni. Un amico vero e inseparabile. Questa grande amicizia è nata presumibilmente per delle necessità lavorative legate alla pastorizia. Nel corso dei millenni e dei secoli le razze sono state progressivamente selezionate al fine di avere degli amici e dei compagni sempre più utili e fedeli. Possiamo dire che il cane può avere utilità terapeutica nella sua convivenza con l'essere umano? Direi certamente di sì, perché il cane ha un livello di presenza nella vita domestica che è sicuramente molto importante. Non dobbiamo però dimenticarci che il cane ha delle sue necessità, quindi noi degli obblighi perché lui le possa espletare.
Evidentemente la prima cosa cui penso sono le necessità organiche di un cane, che deve essere accompagnato almeno mattina e sera perché possa espletare i propri bisogni. Ricordiamoci inoltre che abbiamo anche dei doveri verso la società, quindi l'obbligo di lasciare il suolo pubblico pulito dalle necessità organiche del nostro amico. Nei nostri obblighi non sono solamente quelli concernenti l'alimentazione con l'espletamento delle necessità organiche nel cane. Ricordiamoci che è un animale molto sensibile, Dobbiamo quindi anche sopportarlo dal punto di vista psicologico con delle attività ricreative che possono essere anche la semplice passeggiata in un parco. Ricordiamoci inoltre che la vita media Evidentemente è nettamente inferiore alla vita media dell'uomo, potremmo quindi trovarci nella situazione di dover provvedere a una assistenza di tipo veterinario. Ma evidentemente la cosa più dolorosa sarà quando questo nostro compagno fedele ci abbandonerà. Purtroppo dobbiamo prepararci anche a questa eventualità.

Quanto può essere importante la compagnia di un cane.

Bisogna innanzitutto dire che il cane è il fedele amico dell'uomo da oltre 10000 anni. Un amico vero e inseparabile.

Questa grande amicizia è nata presumibilmente per delle necessità lavorative legate alla pastorizia.

Nel corso dei millenni e dei secoli più recenti, le razze sono state progressivamente selezionate al fine di avere degli amici e dei compagni sempre più utili e fedeli.

Possiamo dire che il cane può avere utilità terapeutica nella sua convivenza con l'essere umano?

Direi certamente di sì, perché il cane ha un livello di presenza nella vita domestica che è sicuramente molto importante. Non dobbiamo però dimenticarci che il cane ha delle sue necessità, quindi per conseguenza noi degli obblighi perché lui li possa espletare. 

Evidentemente la prima cosa cui penso sono le necessità organiche di un cane, che deve essere accompagnato almeno mattina e sera perché possa espletare i propri bisogni.

Ricordiamoci inoltre che abbiamo anche dei doveri verso la società, quindi l'obbligo di lasciare il suolo pubblico pulito dalle necessità organiche del nostro amico.

Nei nostri obblighi non sono solamente quelli concernenti l'alimentazione con l'espletamento delle necessità organiche nel cane.

Dobbiamo considerare che è un animale molto sensibile, dobbiamo quindi anche supportarlo dal punto di vista psicologico con delle attività ricreative che possano essere anche una semplice passeggiata in un parco.

Ricordiamoci inoltre che la vita media è nettamente inferiore alla vita media dell'uomo, potremmo quindi trovarci nella situazione di dover provvedere a una assistenza di tipo veterinario, con costi ragguardevoli. Ma evidentemente la cosa più dolorosa sarà quando questo nostro compagno fedele ci abbandonerà.

Purtroppo dobbiamo prepararci anche a questa eventualità.

.

Marco Calabrò - Blogger e amico degli animali

.

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 9

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. English version: We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Dettagli sui cookie utilizzati / Details about the cookies we use Privacy Policy.

Accetto / I accept cookies from this site